Il coast to coast in moto negli States di Ninni e Antonella

  • Migliaia di Harley in fila per il celebre raduno annuale a Sturgis, nel Sud Dakota. Ogni agosto questa cittadina vive la festosa invasione di decine di migliaia di Harley provenienti da ogni angolo del mondo.
  • Ninni e Antonella lungo la Route 66, in mezzo alle Harley del raduno. "Gli harleysti - racconta Ninni - sono molto gelosi dell'esclusività della loro festa, hanno accettato la mia intrusione facendo buon viso a cattivo gioco. In fondo siamo tutti motociclisti".
  • Le moto sfrecciano da una parte all'altra. "Un'atmosfera di festa incredibile - dice Antonella -, difficilmente ho visto un entusiasmo del genere, la passione per le moto produce miracoli".
  • Ninni si fa immortalare davanti al celebre Independence pass, nel Colorado, un passo impegnativo nel cuore delle montagne rocciose.
  • Ninni srotola lo striscione del motoclub Bmw di Palermo, di cui fa parte del consiglio direttivo, sulla Quinta Strada di New York.
  • 6
    Pausa foto lungo la Route 66. Il viaggio é cominciato da New York e si é concluso dopo oltre tre settimane a San Francisco. "Con la moto ho girato il mondo - racconta Ninni -, sono stato anche a Capo Nord, ma raramente ho vissuto sensazioni così".

Ha coronato il sogno di una vita. Attraversare gli Stati Uniti da parte a parte, da New York a San Francisco, una cavalcata da 8 mila chilometri che Ninni Massaro, motociclista palermitano di lungo corso, ha compiuto ad agosto in poco più di tre settimane assieme alla moglie Antonella. Un viaggio attraverso scenari da leggenda, dalla Death Valley ai grandi parchi nazionali, dal Grand Canyon alle mille luci di Las Vegas, strade e deserto, Interstates, motel, pompe di benzina abbandonate e la mitica Route 66 celebrata da Jack Kerouac in Sulla strada. Ninni e Antonella hanno voluto celebrare il viaggio con la loro moto, una Bmw Gs 1200 che hanno spedito a New York da Palermo. Conoscendo Ninni, non avrebbe mai accettato di affrontare il viaggio della sua vita con una moto che non fosse la sua. Altro che Harley