A Palazzo Sambuca per Italia Futura

  • Massimo Plescia
  • Ettore Artioli, Massimo Plescia e Alessandro Bonanno
  • dsc_6764
  • Ettore Artioli
  • Letterio De Domenico
  • Ettore Artioli, Massimo Plescia e Alessandro Bonanno, Marco Lamberti
  • Antonio Latora
  • Salvo Zichichi
  • Gabriele Cappellino
  • Ettore Artioli, Massimo Plescia e Alessandro Bonanno
  • Massimo Plescia e Pietro Brancato
  • Giovanni Messina, Alessandro Bonanno, Pietro Brancato, Milvia Averna, Massimo Plescia, Marco Lamberti, Antonio Duca, Ettore Artioli
  • dsc_6834m
    Alessandro Bonanno, Massimo Plescia, Ettore Artioli, Pietro Brancato
  • dsc_6752

di Milvia Averna – È stata la Cavallerizza di Palazzo Sambuca, a Palermo, ad ospitare la prima uscita pubblica dell’associazione Italia Futura Sicilia, che fa capo al movimento fondato nel 2009 da Luca Cordero di Montezemolo. Costituita nel luglio di quest’anno, l’associazione siciliana conta circa 3000 aderenti ed è presente in 210 comuni dell’isola. «La scelta di ufficializzare la nostra presenza in un consesso di giovani – dice Massimo Plescia, il portavoce regionale – risponde alla precisa volontà di pesare le persone e non i personaggi. Sfoggiare i volti noti dell’impresa, della cultura, dell’associazionismo e della società civile non deve essere l’interesse principale di una realtà che nasce per cambiare le cose. Le stellette da noi si conquistano sul campo». A fargli eco è Ettore Artioli, componente del comitato promotore ed esponente dell’imprenditoria siciliana: «Non c’è nessuna disponibilità ad essere un carro su cui fare salire gente che vuole solo cambiare vestito; Italia Futura deve muovere persone ed interessi in grado di rilanciare l’economia del Paese».
Chiunque, attraverso il sito internet www.sicilia.italiafutura.it, può iscriversi ad Italia Futura e può anche dare vita ad una delegazione nel proprio comune